PENSIONI: tanti dipendenti escono dal lavoro prima dei 67 anni

By 11 Febbraio 2020News
PENSIONI: tanti dipendenti escono dal lavoro prima dei 67 anni

Pensioni – Sono tanti i dipendenti usciti dal mondo del lavoro prima di aver compiuto 67 anni

Pensioni, 4 dipendenti su 5 escono dal lavoro prima dei 67 anni.
Secondo i dati dell’INPS sul monitoraggio dei flussi di pensionamento, i lavoratori dipendenti del 2019 sono usciti dal lavoro con:

  • la pensione di vecchiaia il 20,8%
  • l’anzianità contributiva il 79,2%

Per quanto riguarda le pensioni di vecchiaia è stato registrato un calo di uscite rispetto al 2018, contrariamente alle pensioni di anzianità che registrano un forte aumento.

Gli ex-dipendenti che durante l’anno passato hanno lasciato l’impiego a 67 anni di età sono 33.123.
Se vengono sommati ai 126.107 dipendenti che sono andati in pensione anticipata, abbiamo 159.230 pensionati che hanno meno di 67 anni di età.

Il vento però è cambiato e così anche le leggi, oggi i requisiti da raggiungere per accedere alla pensione di vecchiaia sono ben diversi da quelli di due anni fa. Fino al 31 dicembre del 2022 per andare in pensione sarà necessario raggiungere i criteri di 67 anni di età e almeno 20 di contribuzione accreditata.

Quest’anno, e fino alla fine del 2022, sono necessari 67 anni di età per accedere alla pensione di vecchiaia.
Come riporta il Sole 24 Ore:
“Il decreto 5 novembre 2019 del ministero dell’Economia e delle Finanze ha stabilito che i requisiti anagrafici non saranno incrementati, poiché la variazione della speranza di vita registrata nel periodo 2016-2018 è stata praticamente nulla. Oltre al requisito anagrafico, sono necessari almeno venti anni di contribuzione accreditata o versata a qualsiasi titolo”.

 

Nel 2019 l’ente provvidenziale nazionale ha liquidato 535.573 nuove pensioni, numeri che si avvicinano molto a quelli dell’anno precedente.
La grande differenza tra il 2018 e il 2019 è il consistente aumento di richiesta dei pensionamenti anticipati.
Il responsabile di questo marcatore è senza dubbio l’introduzione della Quota 100.

Alla fine del 2021 però, il periodo di sperimentazione per l’anticipo pensionistico di Quota 100 terminerà.
Il Governo sta pensando a Quota 102, pensioni a 64 anni con 38 anni di contributi.

Sei pensionato e hai bisogno di un prestito?

pulsante chiedi ora

Chiamaci al numero verde, un esperto ti risponderà!

numero verde Tifinanazia 800.134.744