PENSIONI: Quota 100 in pagamento. Rispettate le stime dell’INPS

By 9 Aprile 2019 News
vetrina di una sede INPS

A maggio saranno 50mila le pensioni pagate con Quota 100.

Le domande per la pensione Quota 100 sono 112.558 circa di cui 38.124 di lavoratori pubblici e 40.049 privati.

“Dal nostro coordinamento statistico ci arrivano segnali incoraggianti. Guardando alle prime pensioni entrate in pagamento ad aprile dovremmo essere in linea con le previsioni di spesa”
Dichiarazione di Gabriella Di Michele (il Direttore Generale dell’INPS)

Sembra infatti che i fondi riusciranno a coprire i costi delle pensioni anticipate Quota 100, Reddito di cittadinanza e le altre vie di uscita previste dal Decretone.

Quest’anno ci saranno circa 290mila pensionati in più:

  • 100mila settore pubblico
  • 102mila settore privato
  • 88mila autonomi

In caso di esubero di richieste non verranno effettuati tagli sulle prestazioni ma, si travaserà sui due fondi attivati con la legge di Bilancio.

“Anche se le domande del settore pubblico in questi primi mesi ci sono sembrate maggiori delle attese non ci sarà un problema di sostenibilità anche perché sul fronte delle entrate i dati sono buoni: nel 2018 abbiamo avuto un aumento del 3,7% dei contributi dal settore pubblico, mentre il flusso di entrate dal settore privato ha segnato un +6,7% in marzo”
Gabriella Di Michele (il Direttore Generale dell’INPS)

A far salire il termometro delle richieste non è solo Quota 100

Le domande per “Opzione Donna“, il pensionamento per le lavoratrici dipendenti che entro il 2018 hanno maturato i requisiti minimi di 58 anni di età (59 per le autonome) e 35 anni di contributi, sono 10.898.

Un discreto numero sono anche i Lavoratori Precoci, 13.913 hanno fatto domanda di cui 1.312 sono già stati approvati. Ricordiamo che i requisiti minimi per accedere sono avere almeno un anno di lavoro prima dei 19 anni di età e 41 anni di contributi versati.

Anche l’Ape Sociale conta 9.603 domande di cui 1.453 approvate.

Per avere un’idea chiara di quanti andranno in pensione quest’anno in modo differente da quello di vecchiaia bisognerà aspettare.
Il 1 aprile sono partiti i pagamenti per i primi Quota 100 (e sono previste altre due finestre di uscita questo mese) il primo Agosto si aprirà la finestra per i dipendenti pubblici e a Settembre il comparto scuola.