Una categoria troppo spesso “bistrattata”

By 15 Gennaio 2015 Dicembre 1st, 2015 Storie
cessione del quinto

Proprio così.

Sebbene la  mia età anagrafica non lo dimostri faccio questo lavoro che amo da 14 anni ..e ne ho viste di tutti i colori…nel bene e nel male….

Alessandro sartorettoQuando ho iniziato io nel 2001 la cessione del quinto era pressoché sconosciuta.
Le persone mi guardavano con aria stranita e non capivano che cosa proponevo loro; andavo in giro per gli enti pubblici e per le aziende private e nessuno capiva,ma cominciavano a girare i primi servizi delle IENE che con telecamera nascosta scovavano uffici di malfattori che assicuravano prestiti a tutti chiedendo in cambio il “costo pratica”, spesso prima e dopo che questo fosse erogato o non erogato.

Infatti quando le persone associavano il mio lavoro ai cravattai e usurai che vedevano in tv mi denigravano e a volte anche insultavano senza sapere chi fossi; il lavoro più grande fatto negli anni per me è stato quello di crearmi una professionalità e una reputazione onesta e seria.
Non è stato facile, ci sono stati momenti bui, dove mi ponevo la domanda se il mio fosse un lavoro come gli altri e soprattutto se potesse avere un futuro serio… direi che dopo 14 anni la risposta è assolutamente si!

Si perche come me in Italia ci sono molti ragazzi che hanno fatto dello sviluppo della cessione del quinto la loro passione, e la mission lavorativa della loro vita, mettendo tutte le loro competenze e la loro professionalità per distinguersi dalla massa. In effetti il settore è stato (ci sono ancora delle difficoltà) infiltrato da società discutibili e da personaggi poco raccomandabili che hanno lucrato sulla pelle e sulle difficoltà delle persone, ma fortunatamente la riforma voluta da Banca d’ Italia e la creazione dell’albo OAM agenti e mediatori creditizi hanno fatto grande pulizia e hanno espulso le figure opache; ora oltre ad avere i requisiti di onorabilità bisogna fare formazione costante e superare esami restringenti per accedere alla professione.

Io e tutta la mia struttura negli anni siamo diventati il punto di riferimento di parecchie aziende quali Luxottica spa, comune di Treviso, Trieste, Firenze, Fincantieri, e di tutte le questure del nord italia; non abbiamo mai chiesto un centesimo a nessun cliente e anzi, in alcuni casi siamo noi a sconsigliare i clienti ad indebitarsi troppo dopo l’analisi creditizia che facciamo insieme a loro.

Certo lo sforzo per aumentare l’onorabilità della nostra professione è notevole, ma l’ entusiasmo che mi spinge ogni mattina a dare tutto me stesso è la dimostrazione che un mondo del credito fatto da persone in gamba è possibile!

Se ritieni questo articolo interessante e vuoi saperne di più noi siamo con te!
CHIEDICI UN PREVENTIVO SENZA IMPEGNO ADESSO

CHIEDICI UN PREVENTIVO

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità?
INSERISCI QUI LA TUA MIGLIORE EMAIL