Strozzati per un Tablet

By 10 Febbraio 20151 Dicembre, 2015News
rate

Da un’indagine svolta a Firenze emerge che sempre più persone finiscono nelle mani di Strozzini per l’accumularsi di piccole rate che poi non riescono più a pagare.

Il target medio è l’impiegato di 40 anni che “sicuro del posto fisso” si fa attirare dalle promozioni fatte dai grandi marchi e accende la famosa modalità “acquista ora paghi dopo a pochi euro al mese”. Quindi così per divani, mobili, smartphone , tablet, ecc si trovano poi a non riuscire più a far quadrare i conti.

Nel 2014 sono state 74.000 le famiglie toscane per le quali vivere a credito e’ diventata una dipendenza e i rischi sono veramente alti. Si calcola che l’anno scorso 2000 fiorentini siano caduti nella ragnatela dell’usura e quasi 200 di loro dal 2009 hanno bussato alla porta della Misericordia del Duomo.
Qui i volontari dell’Arciconfraternita gestiscono lo sportello della Fondazione Toscana Prevenzione dell’usura e nell’ultimo anno hanno chiesto aiuto parecchie persone con debiti che vanno dai 15.000 a 80.000 euro.

La cessione del quinto può essere uno strumento utile per consolidare il debito accumulato dalle troppe rate accese per gli acquisti e soprattutto per chiudere le diaboliche carte revolving che con lo slogan “compra oggi e inizi a pagare tra tre mesi” spesso creano più danni che benefici per chi non le sa gestire. Ma la cosa importante è avere un’educazione finanziaria, farsi bene i conti in tasca e non vivere al di sopra delle proprie possibilità, valutare sempre quale impatto può avere nel nostro reddito l’acquisto “superfluo”; infatti uno degli aspetti più inquietanti della crisi che stiamo vivendo è che anche se si fa fatica ad arrivare alla fine del mese nessuno vuole rinunciare al telefono di ultima generazione. L’educazione finanziaria e’ una materia che andrebbe insegnata a scuola come la matematica o l’italiano.

 Alessandro Sartoretto

Se ritieni questo articolo interessante e vuoi saperne di più noi siamo con te!
CHIEDICI UN PREVENTIVO SENZA IMPEGNO ADESSO

CHIEDICI UN PREVENTIVO

Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità?
INSERISCI QUI LA TUA MIGLIORE EMAIL