MEDICI: arriva l’ok da Palazzo Chigi per 130mila contratti

By 26 Novembre 2019 News
stetoscopio, guanti in lattice e banconote poggiate su un tavolo bianco

Rinnovo contratto per 130.000 Medici e 200 euro in più in busta paga

Il 21 novembre il Consiglio dei Ministri ha dato l’ok all’accordo con i sindacati che si era stilato a luglio scorso.
Per 130mila Medici arriva la buona notizia! Una trattativa lunga ben dieci anni per avere un rinnovo di contratto.
Il rinnovo del contratto è ora realtà, avranno un aumento di 200 euro circa sullo stipendio.

L’incontro di luglio però riguarda il triennio 2016 – 2018, c’è quindi da considerare l’accordo un pò datato.
L’intesa, però, potrebbe favorire i lavori per il rinnovo sul triennio 2019 – 2021 che sono da poco iniziati.

Da quando parte l’aumento in busta paga?

I professionisti del Servizio Sanitario Nazionale riceveranno l’aumento sulla busta paga da inizio 2020.

La proposta per aumentare lo stipendio di circa 200 euro lordi al mese dei camici bianchi arriva da Fabiana Dadone (Ministro per la Funzione Pubblica) e Roberto Speranza (Ministro della Salute).

Dopo aver ricevuto il benestare di Palazzo Chigi e del Ministero dell’Economia, il rinnovo del contratto necessita della bollinatura della Corte dei Conti a cui seguirà la firma definitiva dell’Aran.

Un apprezzamento molto sentito arriva da Roberto Speranza (Ministro della Salute), che si pronuncia così:

“Finalmente più risorse per chi si occupa della nostra salute”.

Anche il segretario dell’Anaao Assomed, Carlo Palermo, si dichiara finalmente soddisfatto dei risultati tanto attesi:

“Si avvicina un risultato atteso da 10 anni e un primo segno di attenzione per quelle categorie che hanno garantito l’accesso alle cure ai cittadini in una fase critica del nostro Servizio Sanitario Nazionale”.

Non è da meno il commento di Andrea Filippi segretario nazionale della Fp Cgil Medici e Dirigenti Ssn:

“È stato un percorso tortuoso perché un contratto particolarmente positivo per i professionisti ha suscitato in
questi mesi qualche difficoltà, ma l’impegno del Governo e delle Regioni consente di raggiungere il risultato sperato prima della fine dell’anno”.

Non dimentichiamo la questione carenza medici specialisti e del pronto soccorso.
I numeri parlano chiaro, siamo in fase emergenza.

I Sindacati si batto da tempo per aprire un confronto. Chiedono una convocazione urgente per cercare di risanare il problema della grave carenza di personale specialistico negli ospedali Italiani.

Ci auguriamo che l’ok del Consiglio dei Ministri sul rinnovo dei contratti, agevoli la disposizione di un tavolo di trattativa.